29 Giugno 2012

OO Rails e Thin models: quando Rails non basta

Un paio di settimane fa ho acquistato una copia di Objects on Rails: la lettura è stata molto interessante, e ha chiarito alcuni dei dubbi “architetturali” sorti negli ultimi progetti Rails più complessi che ho incrociato.

Rails, nella sua forma base, è ottimo per bootstrappare un progetto, ma al crescere della sua complessità alcune “scelte” di default iniziano a risultare strette: la mancata separazione tra fra domain layer ed ActiveRecord, la commistione tra logica e template e la proceduralità degli helpers prima di tutte.

Questo ovviamente non vuol dire che Rails fa schifo. E’ perfettamente normale partire “agili”, ed aggiungere livelli “logici” object-oriented aggiuntivi sopra le normali convenzioni Rails.

Qui in fondo una buona lista di referenze per approfondire questo discorso: